Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Dom Set 19, 2010 8:40 pm

Caro natale...perchè non ci fai un regalo è certi di mettere quella cartolina sul sito??????????? Laughing Laughing Laughing

I vostri discorsi non fanno una piega...è quello che pensano tutti....e soprattutto riporto questo mio paradosso postato in un altro forum

"mi chiedo il ponte sopperisce al mancato accordo tra governo siciliano e FS??...ripeto ancora questa mia perplessità ferroviaria.....FS sta facendo il pugno di ferro con la sicilia per 120 mln contro i 111 messi da lombardo...quando con il ponte ne deve pagare 100 l'anno(ad un'altra società)..per fare arrivare treni in una regione che, per causa di 9mln di euro, le stesse FS stanno distruggendo!!!!!!!....è un paradosso se ci fate caso"

Come riportato sull'articolo che ho messo nella sezione notizie varie d'interesse generale...


cmq lo scopo di trenitalia o FS è quello di stornare i soldi dal traghettamento alla società stretto di messina.....però cercando di documentarmi non riesco a capire se in questo contratto di servizio tra la regione siciliana e le FS è prevista la clausola della bluvia...
Cmq non c'è volontà di ammodernare la situazione dei traghetti a messina (sia colpa della regione o colpa dello stato sta di fatto che a rimetterci siamo noi)...il parco navale a quanto ho capito ormai è troppo vecchio...sapevo dell'esistenza di navi che trasportano treni che hanno sia entrata che uscita (forse questo permetterebbe di velocizzare i tempi)....non c'è rischiesta in termini di autovetture perchè, anche se vi guardate in giro, la pubblicità di MR FRA....è nettamente superiore e non c'è competitività...o si ammoderna il servizio (cosa che vorremmo parte di noi) oppure ci si dovrà pazientare e soffrire fin quando non viene fuori qualcosa come "un ponte".
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Ferryboat il Mar Set 28, 2010 1:44 pm

In mezzo alle riduzioni, ecco la novità di oggi da tempostretto.it

Assunzioni temporanee Rfi Bluvia. L’OrSa inoltra un esposto alla Procura della Repubblica

Il sindacato punta il dito contro “i continui licenziamenti/assunzioni operate dalla stessa azienda”. Una beffa ai danni dello Stato

Come annunciato nei giorni scorsi il sindacato OrSa ha inoltrato alla Procura della Repubblica, alla Guardia di Finanza, all’Ispettorato del lavoro e per conoscenza anche al deputato Garofalo e al Comandante della Capitaneria di Porto Musolino, un esposto denuncia sulle modalità di assunzione di lavoratori precari messe in atto negli anni da Rfi Bluvia. “Si evince – scrivono i rappresentanti sindacali nel documento – un operato della dirigenza aziendale teso ad aggirare le norme per garantirsi un esercito di lavoratori senza diritti che non pesano sulle casse della società, ma pesano sulle casse dello Stato. L’azienda preferisce sostituire il personale ogni 78 giorni creando un circolo vizioso composto da lavoratori che alla scadenza del contratto accedono agli ammortizzatori sociali gravando sulla spesa pubblica e paradossalmente, nello stesso giorno dei licenziamenti”.

“I continui licenziamenti/assunzioni operati all’unisono dalla stessa azienda – 0continua il sindacato che fa riferimento alla difesa legale dell’avvocato Aurora Notarianni – avrebbero dovuto innescare almeno l’intervento ammonitore dell’Autorità Marittima, anche in considerazione del fatto che gli equipaggi composti dal personale in continuo ricambio, rendono impossibile la prevista familiarizzazione con gli impianti di bordo ed espongono a rischio l’incolumità dei passeggeri e degli stessi lavoratori”.
Secondo i numeri forniti dall’OrSa, in un anno e mezzo (dal 2009 ad oggi), Rfi ha assunto a rotazione 730 precari, “in un impianto che ha paradossalmente una pianta organica di meno di 600 lavoratori a tempo indeterminato, dimostrabile”.

Questi i numeri relativi a tutto il 2009 ed alla prima parte del 2010: nel 2009 ha assunto 489 precari con contratto a tempo determinato per 78 Giorni. Sono state effettuate 82 chiamate dal collocamento “Gente di Mare” della Capitaneria di Messina in tutto il 2009 per le qualifiche così suddivise: 54 per il la qualifica di 1. ufficiale di coperta; 69 per 1. ufficiale di macchina; 11 elettricisti, 66 polivalenti; 183 mozzi; 19 marinai; 87 operai motoristi. Dall’inizio del 2010 al 3 settembre, invece, sono state effettuate 47 chiamate dal collocamento. Il personale precario assunto con contratto a tempo determinato per 78 giorni è pari ad un totale di 241 unità così suddivise: 29 per 1. ufficiale di coperta; 37 per 1. ufficiale di macchine; 29 operai motoristi, 38 polivalenti, 78 mozzi; 1 elettricista, 20 marinai, 1 dispensiere, 4 garzoni camera, 1 cameriere e 3 piccoli
avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Ferryboat il Sab Nov 06, 2010 3:03 pm

Da tempostretto.it


Da Palermo a Villa San Giovanni: il video denuncia della Cisl sullo smantellamento del traghettamento

Il documento sarà presentato lunedì prossimo nella sede regionale del sindacato

Cresce la preoccupazione della Fit Cisl Sicilia sul progressivo smantellamento del sistema dei trasporti in Sicilia. E dalle denunce “su carta” il sindacato ha deciso di passare a quelle video, in cui a parlare sono le immagini.

Per testimoniare la politica di smantellamento del traghettamento delle Ferrovie in Sicilia, la Fit Cisl ha, infatti, realizzato un video denuncia: due passeggeri del sindacato seguiti dalle telecamere hanno effettuato tutto il viaggio da Palermo a Villa San Giovanni mostrando carenze infrastrutturali, tempi di percorrenza con o senza traghettamento e disagi conseguenti.

Il documento sarà presentato alla stampa lunedì prossimo , alle ore 11 nella sede regionale del sindacato della Cisl in piazza Castelnuovo. All’incontro interverranno il segretario generale della Cisl Maurizio Bernava, il segretario generale della Fit Cisl Sicilia Amedeo Benigno, il segretario della Fit Cisl Ferrovie Mimmo Perrone. “Sarà un’occasione – si legge in un comunicato- per fare il punto sui tagli operati fino ad ora da Trenitalia nell’Isola, tagli che saranno aggravati dal nuovo piano che entrerà in vigore il 13 dicembre”.

Trenitalia Passeggeri N/I abbandona la Sicilia e RFI smantella il traghettamento sullo Stretto di Messina : “Un regalo di Natale – scrive il sindacato - che le Ferrovie stanno preparando per i siciliani e che sarà consegnato fra circa un mese, il prossimo 13 dicembre”. La scelta – continua il comunicato- finirà inevitabilmente col ghettizzare il trasporto ferrato in Sicilia, isolando la regione dal resto del Paese e colpendo in maniera grave i passeggeri e i livelli occupazionali oltre alla stessa qualità, già precaria, del servizio reso.

“ In pochi anni- sottolinea la Cisl- le navi traghetto sono passate da quattro a 2 sole. Nel 2009 oltre 5445 carrozze in meno hanno attraversato lo Stretto. Una situazione che si aggraverà con la cancellazione, dal prossimo mese, dei treni a lunga percorrenza in partenze da Siracusa e da Agrigento. I passeggeri saranno costretti a traghettare a piedi per poi prendere un altro treno una volta giunti in continente e viceversa, con enormi disagi e consistenti allungamenti dei tempi di percorrenza”.



avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Inbus U 210 il Ven Apr 01, 2011 12:47 pm

Ne 120 ha scritto:
Gualtiero ha scritto:è impensabile nel 2010(dove l'economia viaggia veloce o vuole viaggiare veloce e dove l'aereo fa da padrone)perdere circa due ore per traghettare con il treno

E' assurdo che un treno da messina a Villa S.Giovanni impieghi 2 ore!!! E poi, 2 ore nella migliore delle ipotesi! Con la progressiva riduzione dei ferryboat, i treni che già sono lenti a traghettare, restano in attesa di imbarco a causa della carenza di navi! Ieri sera, l'exp 1930, che da orario sarebbe dovuto partire da Messina C.le alle ore 19.30, è partito per Venezia alle ore 20.00, sostando in stazione perchè l'IC 729 proveniente da Roma Termini, viaggiava con 30 min di ritardo! In sostaza la nave sul quale era imbarcato il 729 era la stessa che avrebbe dovuto imbarcare il 1930. E' come se Villa S. G. e Messina C.le fossero collegate da un binario unico!!! Un tempo non era affatto così! Oggi ho acquistato una cartolina dei primi Anni '70 che immortala una bella immagine notturna degli imbarcaderi FS. In 5° invasatura c'è il piccolo villa che carica gommato, in 3a l'Iginia, in 2a la Reggio e in prima la Mongibello! In più ferme al Molo Officina, di riserva, ci sono il Messina e la Cariddi!!!! Ben 6 traghetti nel solo scalo peloritano!!!...più quelli in navigazione e quelli fermi agli approdi di Villa. Oggi navigano soltanto 2 traghetti, uno rimane di riserva e un quarto ai lavori ciclici di manutenzione. Per il ponte ci vorranno ancora diversi anni, e nell'attesa che si fa? Si attraversa a nuoto??? I traghetti non dovevao essere dismessi prima dell'inizio dei lavori del ponte, ma a opera collaudata e funzionante!!! E invece quello che accade è semplicemente assurdo.... Evil or Very Mad

Attualmente la flotta FS e' composta dalle seguenti navi:
Navi Ferroviarie e Gommato:
Scilla(1 nave ferroviaria)
Villa(2 nave ferroviaria)
Iginia(riserva o sostituisce il Villa in qualche corsa al mattino della 2 nave ferroviaria)
Rosalia(in disarmo in attesa della demolizione)
Logudoro(in attesa di un trasferimento nello Stretto di Messina)
Bidirezionali Miste:
Riace(fa' corse gommato da Messina o Tremestieri,qualche volta trasporta carri merci pericolosi,che non hanno niente a che vedere con le navi ferroviarie)
Fata Morgana(fa' corse gommato da Messina o Tremestieri,qualche volta trasporta carri merci pericolosi,che non hanno niente a che vedere con le navi ferroviarie)
Bidirezionali Passeggeri:
Enotria(lavora tutto il giorno sia da Messina che da Tremestieri)
Reggio(fa' qualche corsa principalmente di mattino)
Mongibello(sotto sequestro dalla capitaneria dal 2008)
Navi Veloci:
Selinunte Jet
Tindari Jet
Impiegati nel servizio Metromare dello Stretto.
avatar
Inbus U 210

Data d'iscrizione : 17.02.11

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Disagi e disservizi di traghettamento: l‘imbarazzo dell’Associazione equipaggi

Messaggio  Ferryboat il Dom Ago 14, 2011 7:48 pm

Riporto quanto scritto su Tempostretto...
Ormai siamo allo sfacelo e sopratutto la colpa come sempre la si da alle navi ed invece.....

Odissea trasporti - Disagi e disservizi di traghettamento: l‘imbarazzo dell’Associazione equipaggi
Il SASMaNT, facendosi portavoce degli equipaggi a bordo dei mezzi Rfi, denunciano le vergognose condizioni delle navi su cui sono costretti a viaggiare i passeggeri che scelgono il treno per giungere in Sicilia
Sabato, 13 agosto, 2011 - 10:20



I ritardi e disservizi che contraddistinguono il servizio di navigazione Rfi nello Stretto, sono purtroppo diventati un’assodata certezza. Al punto quasi che le lamentele avanzate dai tanti passeggeri che si avventurano nella scelta di utilizzare i treno a lunga percorrenza, soprattutto nei giorni d’estate, sono diventate normalità. La questione assume però un tono diverso, su cui forse riflettere un po’ di più, se le critiche vengono mosse da un sigla ufficiale, il SASMaNT, (Sindacato Autonomo Stato Maggiore), portatrice del disagio manifestato dall’Associazione Equipaggi.

Il comandante Sebastiano Pino, con una nota inviata ai responsabili del servizio Navigazione di Rfi, ha infatti segnalato lo stato di disagio manifestato dai Comandi di bordo per il pessimo servizio di traghettamento offerto a causa di scelte aziendali ritenute sbagliate. Condizioni che, a detta di Pino, sono «probabilmente legate ad un cinismo economico di dirigenti legati ai miraggi di contenimento dei budget aziendali, ma che arrecano gravissimi disagi ai passeggeri».

Ma veniamo alla nota diffusa dal sindacato che manifesta il disagio mostrato dall’Associazione degli equipaggi delle navi traghetto per la pessima qualità del servizio offerto al pubblico in questi giorni di incremento di traffico.
«Solitamente in questi periodi – si legge nel documento - tutti gli equipaggi sono sensibilizzati a dare il massimo impegno per venire incontro alle esigenze di mobilità dei cittadini italiani e dei tanti turisti che ancora, nonostante tutto, si ostinano a scegliere la nostra terra come meta di vacanze e a scegliere il treno come mezzo per raggiungerla provenendo dal Nord Italia. Quanto successo ieri risulta semplicemente scandaloso e dovrebbe far arrossire più di una persona per delle scelte dannose per il servizio di traghettamento. Come noto, da un bel po’ di tempo i treni a lunga percorrenza subiscono continui regolari ritardi dell’ordine di un paio d’ore al giorno. Soprattutto i treni 1931 (Venezia – Sicilia); 1927 (Milano – Sicilia) e 1943 (Torino – Sicilia). Con l’incendio della stazione di Roma Tiburtina le cose sono peggiorate, ma attribuire i ritardi odierni all’incendio del 24 luglio scorso, sembra strumentale e non veritiero. Ieri, 12 agosto, fin dal mattino si preannunciava una giornata epica per i poveri viaggiatori che avevano scelto il treno per raggiungere la Sicilia, si andava dai 10 minuti del 723 (Roma – Sicilia) ai 430 minuti del 1931 (Venezia - Sicilia) e a seguire 191 minuti per il 1943 e 396 minuti per il 1927. In situazioni del genere storicamente il servizio Navigazione si preparava per cercare di far recuperare qualcosa dei ritardi o comunque si faceva in modo di avere pronte le navi a Villa San Giovanni per traghettare il più velocemente possibile i treni arrivati e ridurre al minimo i disagi ai malcapitati passeggeri. Invece questa volta succede che, per scelte incomprensibili ed ingiustificabili in questo contesto, il servizio Navigazione riesce a peggiorare la situazione aumentando i ritardi e lasciando i poveri passeggeri sui binari di Villa San Giovanni, sotto il sole cocente dell’11 agosto: 30 minuti il 1943; 80 minuti il 727; 89 minuti il 1927 e 100 minuti in più per traghettare il 1931 che è giunto a Messina marittima con un ritardo di 530 minuti = 8 ore e 50 minuti. Una vergogna per tutti noi.
avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Dom Ago 14, 2011 8:55 pm

Ferryboat ha scritto:Riporto quanto scritto su Tempostretto...
Ormai siamo allo sfacelo e sopratutto la colpa come sempre la si da alle navi ed invece.....

Caro Enzo ma le navi da chi sono GESTITE???????????
Non è la stessa famiglia???!!!O facciamo gli "scecchi n'to lenzolu?"
Certo, forse tu intendevi la nave come strumento di movimento, come motore, tipologia, prestazione....in questo modo nemmeno i treni hanno colpa....ed ivece??? Very Happy
La cosa che mi fa ridere e rabbrividire è che la continuità territoriale, che dovrebbe essere garantita dallo "stato", la garantisce il privato che dovrebbe essere un'alternativa...invece l'alternativa la garantisce lo stato. A MORTE!!!

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  rocco il Dom Ago 14, 2011 9:50 pm

Purtroppo negli ultimi anni attraversare lo stretto con le navi pubbliche è diventato sempre più difficile.
Da qualche anno pensavo fosse assurdo che non funzionassero più le passerelle pedonali.
Adesso non ci sono più i treni e le navi....
avatar
rocco
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 07.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Ne 120 il Dom Ago 14, 2011 11:14 pm

Ragazzi, inutile dannarsi... si sa che viviamo in un cesso di paese e che qui al sud siamo il fondo della latrina...non ci resta che subire e sguazzare nella merda sempre più copiosa. Wink
avatar
Ne 120
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 04.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Admin il Lun Ago 15, 2011 9:37 am

Ne 120 ha scritto:Ragazzi, inutile dannarsi... si sa che viviamo in un cesso di paese e che qui al sud siamo il fondo della latrina...non ci resta che subire e sguazzare nella merda sempre più copiosa. Wink

Io, invece penso, che occorre indignarsi, protestare, reagire, ..... in poche parole fare.

E' troppo comodo restare a guardare, è troppo sconfortante restare, come di ci tu, a subire perchè viviamo in un "cesso di paese".

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Ne 120 il Lun Ago 15, 2011 10:13 am

Non c'è coesione Roberto, purtroppo la gente se ne frega. Se iniziamo a protestare io e tu, quanti ci seguiranno? 10? 20?...la gente di Messina è troppo rassegnata e abituata alla politica del "favore politico" in cambio del voto. Qui imperversa l'abusivismo con il tacito consenso dei "potenti", i segnali stradali vengono usati come "bersaglio" notturno dai pistoleri urbani, i rifiuti speciali vengono scaricati lungo le strade periferiche, la città è piena di sterpaglie e rifiuti, i cani domestici usano i marciapiedi come latrina nell'indifferenza dei padroni, sulle spiagge già luride lasciamo ogni tipo di rifiuto, perché da queste parti è cosa normalissima. E tu pensi che una porcheria di città come la nostra riesca ad alzare la testa? Purtroppo non ci resta che assistere allo spettacolo deprimente della rovina...LASCIATE OGNI SPERANZA O VOI CHE ENTRATE a MESSINA.....
avatar
Ne 120
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 04.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Lun Ago 15, 2011 2:15 pm

^^
Al di la di questa analisi giustissima ma che allontana dal fulcro della questione...purtroppo è la "cura del ferro" che da noi manca. Cioè sdradicare quella mentalità del gommato!!!Soprattutto in una squallida concorrenza che i politici ci hanno abituato...cioè dove arriva il treno, arriva l'autobus..piuttosto di creare sinergie di compensazione. L'autobus per raggiungere il treno e la macchina per raggiungere l'autobus. Ormai, con le copiose sovvenzioni che la regione corrotta da alle compagnie bus si è preferito usare il bus come mezzo principale. Ad eccezzione dei Minuetto la regione non ha mai speso un soldo per i treni e poi si lamenta del menefreghismo di Roma. E' un circolo vizioso che, come dice Natale, ci dobbiamo accollare. No No
Guai a toccare le lobbies delle compagnie mafiose dei pullman, perchè dopo la spazzatura e il racket, è diventata la principale fonte di guadagno!!!!!!

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  rocco il Lun Ago 15, 2011 3:38 pm

Purtroppo è vero.
Ad esempio da Villafranca a Messina in treno si impiegano 11 minuti mentre in autobus se va bene 30.
Ma credo che molta gente nemmeno lo sappia.
Perchè non fare un sistema metropolitano, magari con biglietto integrato treno + bus/tram e con corse frequenti?
Ma la nostra classe politica pensa solo ai progetti faraonici (come spostare la stazione a contesse) quando alcune soluzioni potrebbero essere molto più a portata di mano.
avatar
rocco
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 07.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Ne 120 il Lun Ago 15, 2011 5:56 pm

rocco ha scritto:la nostra classe politica

forse sarebbe meglio dire "LA COSA NOSTRA POLITICA..." Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad
avatar
Ne 120
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 04.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Lun Ago 15, 2011 9:16 pm

rocco ha scritto:Purtroppo è vero.
Ad esempio da Villafranca a Messina in treno si impiegano 11 minuti mentre in autobus se va bene 30.
Ma credo che molta gente nemmeno lo sappia.
Perchè non fare un sistema metropolitano, magari con biglietto integrato treno + bus/tram e con corse frequenti?
Ma la nostra classe politica pensa solo ai progetti faraonici (come spostare la stazione a contesse) quando alcune soluzioni potrebbero essere molto più a portata di mano.

Non confodiamo un trasporto regionale con altri progetti perchè sono due cose ben diverse...il sistema integrato metropolitano non dipende dallo Stato ma dalla Regione, la Provincia ed i Comuni. E a loro che vanno le mie personalissime condanne. Ogni politico siciliano è in qualche modo legato alle compagnie bus e non ha interesse per favorire questo. Il progetto della stazione spostata a Gazzi (e non a Contesse, perdonami l'appunto) rientra in un ottica ben più ampia ed europea, che proprio non c'entra niente con il pendolare locale.Smile

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  rocco il Mer Ago 17, 2011 9:28 pm

Gualtiero ha scritto:
Non confodiamo un trasporto regionale con altri progetti perchè sono due cose ben diverse...

Sono daccordo sulla differenza di competenze ma purtroppo questo non cambia il risultato.
Mancano le sinergie tra tutti i livelli per ottenere qualcosa di utile. pale
avatar
rocco
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 07.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Mer Ago 17, 2011 9:52 pm

rocco ha scritto:
Gualtiero ha scritto:
Non confodiamo un trasporto regionale con altri progetti perchè sono due cose ben diverse...

Sono daccordo sulla differenza di competenze ma purtroppo questo non cambia il risultato.
Mancano le sinergie tra tutti i livelli per ottenere qualcosa di utile. pale

Parole sante!!!

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  rocco il Ven Ago 26, 2011 2:52 pm

Da tempostretto.it:

incantesimi dello Stretto

Le “anomalie” del servizio di traghettamento dello Stretto che penalizzano solo gli utenti

Un ordine di servizio dello scorso 29 giungo, sancisce un “accordo” tra Rfi, Ustica e Consorzio Metromare che secondo il sindacato OrSa sta generando effetti negativi solo nella qualità del servizio. Ecco perché…

Hostess che diventano sirene tentatrici, utenti “rapiti”, come i marinai di Ulisse, prima di salire a bordo dei mezzi che effettuano il servizio di traghettamento veloce sullo Stretto. Il braccio di mare in questione, narrato e decantato nei poemi omerici, è quello tra Scilla e Cariddi, e il paragone epico, leggendo quanto riportato nel documento sottoscritto dell’OrSa in merito alle anomali del servizio attraversamento, appare quasi naturale. Secondo quanto denunciato dal sindacato, tra Rfi Bluvia, Ustica Lines e il consorzio Metromare dello Stretto composto dall’A.T.I. fra le stesse RFI e Ustica Lines, si registra una “innaturale collaborazione”, frutto di un “accordo commerciale”, sottoscritto lo scorso 29 giugno, che sta però finendo con il penalizzare solo l’utenza.

«Le hostess di Metromare – si legge nel documento dell’OrSa - sconfinano all’interno del recinto ferroviario con l’intento di procacciare clienti da sottrarre alle navi ferroviarie e nonostante le vibranti proteste del sindacato e le denuncie dei titolari di appalti che agiscono sulle navi Rfi, la direzione ferroviaria non ha posto in essere alcuna iniziativa per tutelare l’azienda di Stato e porre fine a tale tattica di concorrenza sleale». Sempre nell’ottica di agevolare la clientela, Ferrovie dello Stato ha accettato l’estensione dei titoli di viaggio di Metromare che dal 1 agosto 2011 sono validi anche per traghettare con la navi della flotta ferroviaria. Con tutti vantaggi, o presunti tali, e gli svantaggi, che ciò comporta: un utente in possesso di biglietto Metromare, acquistato al costo maggiorato previsto per l’attraversamento veloce, può, infatti, essere tranquillamente dirottato nelle lente navi ferroviarie senza che gli sia rimborsata la differenza di prezzo del titolo di viaggio.

«Il servizio effettuato da Metromare – sottolinea ancora l’OrSa - è sovvenzionato dallo Stato, pertanto, a garanzia del diritto alla mobilità, i mezzi veloci dovrebbero far spola fra le due sponde anche in caso di totale assenza di passeggeri ma grazie al citato accordo, in caso di poca presenza di viaggiatori, Metromare può decidere di risparmiare carburante sopprimendo una corsa già pagata, in parte, con risorse pubbliche e dirottare sulle navi ferroviarie l’utenza che ha pagato il biglietto per l’attraversamento veloce». Ma le stranezze non finiscono qui: perché se è vero che un utente in possesso di biglietto Metromare può essere “dirottato” su una traghetto, il discorso non vale nel senso opposto: il consorzio, infatti, non riconosce i biglietti di Rfi e il cliente in possesso di biglietto ferroviario che intende utilizzare il mezzo veloce di Metromare è costretto a pagare immediatamente la differenza di costo.

«L’attuale situazione di “comodo” – concludono i rappresentanti dell’OrSa - mortifica i principi della concorrenza, riduce la produzione della flotta ferroviaria e penalizza l’utenza che viene sballottata da una nave all’altra e rischia di pagare il biglietto maggiorato per l’attraversamento veloce per poi ritrovarsi sul traghetto ferroviario». Il sindaco chieda un intervento che possa chiarire la situazione e regolare il servizio di attraversamento dello Stretto sulla base di meccanismi che, una volta per tutte, vadano incontro alle esigenze degli utenti “in balia” del canto delle sirene.
URL Sorgente: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
rocco
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 07.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Sab Ago 27, 2011 8:33 am

^^

Ma almeno queste hostess sono carine Question Question Question Question Question

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Navigazione nello Stretto «Un innaturale "cartello"»

Messaggio  Admin il Mar Ago 30, 2011 7:45 am

Per completezza, riporto anche quanto pubblicato sulla Gazzetta del Sud

Una «innaturale "collaborazione" fra RFI Blu Via, Ustica Lines e il consorzio Metromare dello Stretto composto dall'A.T.I. fra le stesse RFI e Ustica Lines». La denuncia il direttivo di Orsa Sicilia e Orsa Navigazione che segnala come «le tre aziende, teoricamente in concorrenza nel traghettamento dello Stretto di Messina, si comportano come "socie di fatto" e pongono in essere iniziative inopportune che appiattiscono la concorrenza, danneggiano l'utenza e limitano la già scarsa produzione della flotta ferroviaria». «Nello specifico – prosegue la nota trasmessa anche all'Agcom – si verifica che le hostess di Metromare sconfinano all'interno del recinto ferroviario con l'intento di procacciare clienti da sottrarre alle navi ferroviarie e nonostante le vibranti proteste del sindacato e le denunce dei titolari di appalti che agiscono sulle navi RFI, la direzione ferroviaria non ha posto in essere alcuna iniziativa per tutelare l'azienda di Stato e porre fine a tale tattica di concorrenza sleale».
«L'ordine di servizio diramato il 29 giugno 2011 dalla direzione navigazione di RFI – rivela l'Orsa – sancisce un patto di collaborazione fra i tre armatori che penalizza la produzione della flotta ferroviaria a favore del consorzio Metromare. Attraverso la sottoscrizione di un presunto "accordo commerciale" RFI ha accettato l'estensione dei titoli di viaggio di Metromare che dal 1 agosto 2011 sono validi anche per traghettare con la navi della flotta ferroviaria: allo stato dell'arte si verifica che un utente in possesso di biglietto Metromare, acquistato al costo maggiorato previsto per l'attraversamento veloce, può essere tranquillamente dirottato nelle lente navi ferroviarie senza che gli sia rimborsata la differenza di prezzo del titolo di viaggio. E' appena il caso di evidenziare che il servizio effettuato da Metromare è sovvenzionato dallo Stato, pertanto, a garanzia del diritto alla mobilità, i mezzi veloci dovrebbero far spola fra le due sponde anche in caso di totale assenza di passeggeri ma grazie al citato accordo, in caso di poca presenza di viaggiatori, Metromare può decidere di risparmiare carburante sopprimendo una corsa già pagata, in parte, con risorse pubbliche e dirottare sulle navi ferroviarie l'utenza che ha pagato il biglietto per l'attraversamento veloce».
«Non si riesce a comprendere il motivo – si chiede ancora il sindacato autonomo – per cui RFI continui ad assumere posizioni soccombenti nei confronti di un consorzio privato che dovrebbe interpretare come concorrente. A rafforzare il sospetto di "collaborazione a senso unico" depone l'assenza di reciprocità di utilizzo dei titoli di viaggio, per quanto previsto nell'accordo commerciale, un utente in possesso di biglietto Metromare può traghettare con le navi ferroviarie ma non è contemplata l'opzione opposta. Metromare non riconosce i biglietti di RFI e il cliente in possesso di biglietto ferroviario che intende utilizzare il mezzo veloce di Metromare è costretto a pagare immediatamente la differenza di costo».

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

L'APPRODO A SUD Piattaforma logistica di Tremestieri, aggiudicato definitivamente l'appalto

Messaggio  Gualtiero il Ven Set 02, 2011 10:49 am

La spunta la Sigenco Spa per 55 milioni di euro: all'albo pretorio del Comune l'ordinanza commissariale di Buzzanca

E' in pubblicazione all'albo pretorio di Palazzo Zanca (vedi QUI) la disposizione, firmata dal sindaco Buzzanca lo scorso 22 agosto, nelle vesti di commissario delegato per l’emergenza traffico, con la quale si decreta l'aggiudicazione definitiva alla Sigenco Spa dell'appalto per l’affidamento della progettazione e costruzione dei lavori inerenti la piattaforma logistica intermodale di Tremestieri con annesso scalo portuale, 1. stralcio funzionale. L'aggiudicataria, a cui la commissione giudicatrice ha assegnato 90,306 punti su 100, ha offerto un prezzo complessivo ed onnicomprensivo di 55 milioni 841 mila euro, su un importo a base d'asta di 80 milioni di euro, avrà 720 giorni di tempo per l'esecuzione dell'opera, dalla data di consegna dei lavori.

Il bando era stato firmato dallo stesso Buzzanca lo scorso gennaio sempre nell'ambito dell'emergenza traffico. L'appalto prevede la progettazione e la costruzione della piattaforma logistica per merci ro-ro da realizzarsi attraverso il completamento dell’omonimo porto ro-ro esistente di Tremestieri, compreso il riutilizzo dei materiali di dragaggio per finalità in tutto o in parte di recupero ambientale (ripascimento delle aree costiere a nord in maniera essenziale). Comprende inoltre tutte le opere di banchinamento, di protezione foranea, di realizzazione dei piazzali dedicati alla area logistica e non, compresi gli impianti tecnologici, di ripascimento dell’arenile a nord della foce del torrente Larderia (almeno fino alla foce del torrente Zafferia), e le altre opere indicate negli allegati progettuali. Continuano a slittare, invece, i lavori di consolidamento del sovraflutto, i più urgenti da mettere in opera, soprattutto in vista dell'autunno e di prevedibili mareggiate. Pare che i lavori rischino di non partire nemmeno a settembre.

tempostretto

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Nel comparto navigazione irrompe Bluferries Rilevato il 40% delle quote Metromare. Dal 1. ottobre la società garantirà il trasporto marittimo di passeggeri e veicoli tra la Sicilia e la Calabria, Rfi quello dei treni La Cisl: altr

Messaggio  Gualtiero il Ven Set 02, 2011 10:50 am


Riccardo D'Andrea
La notizia era nell'aria. I sindacati l'avevano "fiutata" da tempo. Adesso è ufficiale: tra un mese esatto lo Stretto verrà solcato da un'altra compagnia, la "Bluferries". Srl che si occuperà del trasporto marittimo di passeggeri e veicoli.. Rfi, dal canto suo, continuerà ad assicurare "i viaggi" dei treni da Messina e Villa S. Giovanni e viceversa sulle sue navi.
Le modalità del servizio sono contenute in un'informativa delle Fs, siglata dagli ingegneri Michele Mario Elia, di Rete ferroviaria italiana, e Filippo Palazzo, rappresentante di Bluferries. Quest'ultima, costituita il 4 novembre 2010, con capitale di 100mila euro, opererà dal 1. ottobre nel trasporto del gommato pesante e leggero e dei passeggeri, tramite il Consorzio Metromare. In sostanza, Rfi trasferisce un proprio ramo d'azienda. In particolare, 5 unità navali armate ed equipaggiate (le bidirezionali Fata Morgana, Riace ed Enotria e i monocarena Selinunte jet e Tindari jet) oltre al diritto d'uso dei ponti auto delle navi ferroviarie; immobili di pertinenza ubicati a Messina (uffici e magazzino scorte), Villa San Giovanni (fabbrica piazzale Anas) e Reggio Calabria marittima (fabbricato viaggiatori); partecipazioni azionarie (il 40% delle quote nella Metromare e il 33% della società Terminal Tremestieri); contratti attivi e passivi; 82 unità di personale.
L'azienda delle Fs giustifica l'operazione come derivante «dalla necessità di ottemperare alla normativa Antitrust, la quale prevede che le imprese che esercitano la gestione di servizi di interesse economico generale ovvero operano in regime di monopolio sul mercato, qualora intendano svolgere attività in mercati diversi da quelli in cui agiscono, ossia traghettamento di passeggeri e mezzi gommati, in regime di monopolio, devono operare mediante società separate». I lavoratori prima in forza a Rfi passeranno alle dipendenze di Bluferries e gli verranno applicati i contratti nazionali marittimi riguardanti attività sulle navi da carico, traghetto, aliscafi e natanti veloci per trasporto passeggeri.
Le parti sociali sono sul piede di guerra, anche se non interpretano la decisione come un fulmine a ciel sereno. Più appropriato il detto "tanto tuonò che piovve", a dimostrazione dei segnali (negativi) giunti da qualche anno a questa parte. Il primo sindacato ad alzare la voce è la Fit Cisl: «Con un'asettica nota informativa il gruppo Ferrovie dello Stato getta la maschera, eludendo il confronto sempre richiesto dalle organizzazioni sindacali e confermando tutti i timori evidenziati da tempo sul progetto Bluferries», spiegano Enzo Testa e Michele Barresi, rispettivamente segretario provinciale e responsabile Mobilità della Fit Cisl. Poi l'affondo: «È la malcelata voglia delle FS di esternalizzare tutto il segmento della navigazione». Quindi, «Bluferries partirà nel peggiore dei modi. Avevamo chiesto di condividere un percorso che salvaguardasse la continuità del servizio pubblico e i diritti dei lavoratori impiegati», proseguono Testa e Barresi. Secondo i quali vengono peraltro penalizzati 82 lavoratori «che vedranno perdere persino lo status e le garanzie del contratto ferroviario transitando d'imperio in quello marittimo». Indice puntato, quindi, contro soluzione e metodo, ritenuti «assurdi e inaccettabili», e che «rientrano nella politica di mortificazione del territorio perpetrata da anni dalle Ferrovie».

fonte:gazzettadelsud.it

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Ferryboat il Ven Set 02, 2011 11:26 am

Era scontato! Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil

Pure il diritto pax sulle navi (3 se consideriamo l'Iginia) di imbarcare le auto e prendere loro i guadagni!
E guarda guarda chi c'è a capo di Bluferries? Mah....

cmq siamo alla frutta!

pS:AVETE CAPITO PERCHE' LA REGGIO E LA MONGIBELLO ANDRANNO IN DEMOLIZIONE?????????????

PERCHE' LA NUOVA SOCIETà NON LE VUOLE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Evil or Very Mad Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil
avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

DA MEZZANOTTE E’ ripartito l’ecopass: incasso di 4 mila euro nelle prime ore

Messaggio  Gualtiero il Mer Set 07, 2011 5:30 pm

Si paga 3 euro in tutti gli imbarcaderi per via dei lavori all’approdo sud di Tremestieri
Lunedì, 5 settembre, 2011


Sono stati oltre 4 mila euro gli incassi registrati, dalle mezzanotte a questa mattina, per i tagliandi staccati alla biglietteria della Rada S. Francesco, a Villa S. Giovanni ed a Tremestieri all'avvio odierno dell'ecopass. E' infatti entrata in vigore la nuova ordinanza commissariale, con la quale il sindaco Giuseppe Buzzanca, quale commissario delegato per le misure dell'emergenza ambientale nel settore del traffico e della mobilità, secondo l'Opcm del presidente del Consiglio dei Ministri, ha istituito in via sperimentale le zone a traffico limitato e regolamentato accesso e circolazione dei veicoli in città, introducendo il ticket ecopass per i veicoli in transito da e per la Sicilia. Il sindaco ha confermato che le nuove risorse che arriveranno dall'ecopass, oltre che agli interventi per la sicurezza sulle strade cittadine, il cui asfalto viene eroso quotidianamente dall'attraversamento dei mezzi, permetteranno in sinergia con le compagnie di autotraghettamento nello Stretto - come concordato con i rappresentanti degli autotrasportatori - sia dopo l'ultimo incontro dei giorni scorsi, a Villa San Giovanni, che precedentemente durante la riunione a Palazzo Zanca del 5 agosto - di offrire servizi più adeguati nelle aree di sosta della zona sud, per i conducenti dei mezzi pesanti tre milioni e 100 mila euro, frutto di risorse provenienti dalla distribuzione del tagliando ecopass, nella sua prima fase di applicazione, insieme a risorse su ribassi sugli appalti e da economie di bilancio, che furono destinati - come si ricorderà - a novembre scorso alla manutenzione stradale.

Il sindaco Buzzanca ha evidenziato che con quelle somme è stato possibile effettuare interventi che hanno interessato la via Consolare Pompea, viale Giostra, via La Farina, tra la Cortina del Porto e via Tommaso Cannizzaro, e viale Europa, i cui lavori sono ancora in corso, tra via Marina Russa e via Cesare Battisti. Completamenti di interventi sono stati anche fatti sul Corso Cavour e via Felice Bisazza, e sulle vie Oratorio della Pace e Marco Polo. Buzzanca ha poi confermato di aver già disposto controlli a campione, da parte della Polizia municipale agli imbarcaderi privati, mentre una postazione fissa vigilerà ai moli utilizzati da Rfi, sino a quando alle biglietterie di Rfi S.p.a.- Gruppo Ferrovie, non adegueranno il software di riscossione. Le zone a traffico limitato comprendono il cosiddetto “serpentone”, collegamento tra l'approdo dei traghetti della Rada S. Francesco ed il viale della Libertà; la via San Raineri, all'uscita portuale del molo Norimberga, fino al Cavalcavia; via Luigi Rizzo, all'uscita del molo Rizzo, nel tratto adiacente il piazzale Campo delle Vettovaglie; l'infrastruttura denominata “chiocciola”, che collega l'approdo di Tremestieri e la rete stradale. Per l'acceso e la circolazione in tali aree, auto, autocarri, autobus, autotreni ed autoarticolati, in transito da e per la Sicilia, attraverso le banchine del porto, della Rada S.Francesco e dell'approdo di Tremestieri, saranno subordinati al pagamento di un tagliando ecopass. Le tariffe sono di 1 euro per le auto e di 3 euro per quelli di massa superiore a 3,5 tonnellate che utilizzano gli altri approdi di Norimberga, porto storico, S. Francesco ed a Tremestieri. Sono esentati dal pagamento le auto condotte da residenti nelle provincie di Messina e Reggio Calabria, oltre ai mezzi delle Forze Armate, delle Forze dell'Ordine, dei Vigili del Fuoco e dei sevizi di soccorso, nonché i veicoli adibiti al servizio di persona con limitata e/o impedita capacità motoria.

Tutte le risorse finanziarie derivanti dal pagamento dell'ecopass, saranno destinate ad interventi diretti alla riduzione dell'inquinamento atmosferico ed acustico derivante dal traffico veicolare, alla mitigazione e correzione delle conseguenze e dei danni alla salute pubblica determinati dallo stesso traffico veicolare, alla promozione di mobilità sostenibile ed alla riduzione del traffico. Il riavvio del pagamento dell'Ecopass fa seguito alle intese raggiunte per i termini e le modalità operative, tra i sindaci di Messina e di Villa, Buzzanca e Rocco La Valle, che nei giorni scorsi hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per avviare un percorso unitario sulle politiche della mobilità che interessano l’Area dello Stretto. In base all’accordo le due istituzioni comunali si sono impegnate ad una reciproca attività di collaborazione, diretta a fronteggiare il traffico veicolare da attraversamento. A fronte delle attività demandate al Comune di Villa San Giovanni, il Comune di Messina si è impegnato a riconoscere un corrispettivo pari al 35 per cento delle somme introitate con l’introduzione delle zone a traffico limitato con accesso soggetto al pagamento di una tariffa, già stabilita in 3 euro per gli autocarri ed 1 euro per le autovetture. L’accordo ha, ovviamente, natura sperimentale e, per la parte operativa, avrà una durata sino al 31 dicembre prossimo, mentre per la parte amministrativa ha una durata sino al 15 gennaio 2012.

tempostretto

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Crociere, Messina primo porto in Sicilia Ma i servizi offerti ai turisti sono assolutamente inadeguati. Buzzanca: «In programma tante iniziative»

Messaggio  Gualtiero il Mer Set 21, 2011 11:25 am

Lucio D'Amico
I dati del "Rapporto dell'European Cruise Council 2011" ci inorgogliscono ma devono anche farci riflettere. Messina si conferma il primo porto in Sicilia per traffico di crocieristi ed entra nella "top ten" del Mediterraneo. Nel 2010 la nostra città ha registrato sbarchi di 392 mila passeggeri, superando Cipro, Montecarlo, Gibilterra e Palermo. Stiamo guadagnando posizioni importanti e, se alla fine del 2011 saranno 326 le navi attraccate con oltre 470 mila passeggeri, nel 2012 i crocieristi dovrebbero arrivare a quota 500 mila, attualmente superata solo dai porti di Napoli (il primo nel Mediterraneo), Dubrovnik, Tunisi, Livorno, Nizza-Cannes, Marsiglia, Malaga, Bari e Malta
E tra i fatti più significativi, previsti per l'anno prossimo, vi è la richiesta di una delle più grandi compagnie internazionali, la Royal Caribbean, che per i 33 approdi previsti a Messina effettuerà anche l'imbarco/sbarco di passeggeri, non limitandosi pertanto al solo transito. Un segnale che, secondo l'Authority, testimonia il buon nome del nostro porto, scelto sia per la sua posizione strategica (le rotte marittime in uno dei due corridoi che collegano est e ovest del Mediterraneo) sia per la disponibilità di uno scalo portuale che, dopo il completamento dei lavori di ristrutturazione delle banchine Vespri-Colapesce, presenta un fronte unico della lunghezza complessiva di 450 metri, in grado di accogliere anche le più grandi e moderne navi da crociera (ve ne sono ben 23 in costruzione nei più importanti cantieri del mondo).
Notizie che devono rallegrarci ma che vanno accompagnate da una lucida analisi sullo stato complessivo della nostra città, sull'offerta che siamo in grado di proporre, sull'accoglienza e sulla ricettività, sul decoro urbano e sulla vivibilità complessiva. Purtroppo, le risposte non possono che essere negative: abbiamo grandi potenzialità e non le sappiamo sfruttare, siamo indietro anni luce su troppi fronti, non siamo capaci di inventare soluzioni già sperimentate in altre realtà, offriamo un quadro generale mediocre, se non pessimo, e continuiamo a sprecare le occasioni più propizie.
Secondo il sindaco Buzzanca lo scenario non è così tetro. «Dobbiamo essere soddisfatti per questi numeri che premiano lo sforzo collettivo dell'intera città, dell'Autorità portuale e degli enti locali. Il Comune sta facendo la sua parte, c'è molto ancora da fare ma sono in cantiere una serie di iniziative per migliorare l'offerta, per accompagnare i croceristi in città, per dare quei servizi che ancora oggi mancano. Stiamo pensando anche a una convenzione con le scuole per coinvolgere gli studenti come guide per i gruppi di turisti che si fermano a Messina e intendiamo stimolare sempre più il mondo economico, le associazioni del commercio e dell'artigianato, tutti gli operatori del settore, perché si faccia "sistema"».
Cos'ha portato fino a oggi il turismo crocieristico a Messina? A quest'interrogativo si può rispondere in due modi, secondo i punti di vista. C'è chi continua a sostenere che la ricchezza portata dagli sbarchi alle banchine portuali è irrisoria, che il turismo "mordi e fuggi" non crea reddito, che le emergenze e i problemi della città non si risolvono certo con gli arrivi delle navi da crociera. Tesi che ha qualche fondamento di verità ma che, sostanzialmente, è errata. E la ragione è semplice: il fatto che la città non è in grado ancora di sfruttare adeguatamente questa risorsa non significa che il turismo crocieristico non arrechi benefici sul sistema economico del capoluogo. L'esperienza quotidiana di chi segue le migliaia di passeggeri in giro per le nostre strade dimostra che chi sbarca dai transatlantici ha voglia di conoscere gli aspetti più caratteristici della città, acquista i prodotti tipici, si ferma nei bar a gustare le granite e i tipici dolci messinesi, sceglie di pranzare nei ristoranti più vicini alle aree portuali per apprezzare la nostra cucina. Se, poi, durante le ore della visita (spesso coincidono con quelle del riposo pomeridiano, tra le 14 e le 16) trovano negozi chiusi, strade sporche, attrattive inesistenti, di chi è la colpa?
È tempo di convocare gli Stati generali di Messina. In vista del 2012, l'anno del mezzo milione di passeggeri, occorre sfruttare nel miglior modo possibile la stagione autunnale-invernale, programmando investimenti e servizi in grado di qualificare finalmente la nostra offerta turistica. Altrimenti non ha senso sbandierare numeri che alla fine dicono poco o nulla.

fonte:gazzettadelsud.it

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Approdi Tremestieri: da questa mattina via ai cantieri per i lavori di consolidamento della diga

Messaggio  Gualtiero il Mer Set 21, 2011 11:26 am

Giunti i macchinari della ditta Fratelli Scuttari che si occuperà di effettuare gli interventi di messa in sicurezza della diga che protegge le invasature di Messina sud, danneggiate dalle mareggiate del 2008


Se l’intervento fosse stato programmato 24 ore prima non sarebbe stato possibile effettuarlo, ma soprattutto ne sarebbe sorta una prevedibile, e forse inevitabile, scia di polemiche riguardante il “quando”: parliamo dei lavori di consolidamento della diga posta a protezione delle due invasature del Molo di Tremestieri, danneggiata dalle mareggiate del 2008.

Questa volta per fortuna il tempo, e non in senso meteorologico, è stato dalla parte di Messina: «In mattinata – conferma l’ing. Antonio Di Sarcina, direttore tecnico dell’Autorità Portuale e in questo caso anche responsabile del procedimento – arriveranno i macchinari della ditta Fratelli Scuttari e verranno avviati i cantieri che in settimana ci permetteranno di iniziare i lavori». Lavori che come ben si ricorderà sarebbero dovuti cominciare a giugno ed essere conclusi proprio a ridosso dei mesi di settembre e ottobre per scongiurare le conseguenze dei disagi temporaleschi legati alla stagione autunno-inverno, che invece saranno vissuti in pieno.

E come visto, quello di ieri è stato solo un anticipo: dagli allagamenti agli alberi sradicati, fino alla rottura dai cavi di ormeggio della Cartour al Molo Norimberga. Non rimane dunque che incrociare le dita e sperare che le interruzioni, se e quando si verificheranno, non creino ulteriori rallentamenti e permettano di terminare in tempi ragionevolmente brevi quell’intervento assolutamente necessario per evitare che Messina patisca l’emergenza traffico legata alla chiusura degli approdi, di cui ben ha imparato a conoscere gli effetti.

tempostretto

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Approdi, disposto subito il dragaggio Chiusi, sabato e domenica, per eliminare la spiaggetta interna e far avvicinare i mezzi alla testata

Messaggio  Gualtiero il Gio Set 22, 2011 9:56 am

Alessandro Tumino
Raramente s'è visto un intervento pubblico partire così a spron battuto dal momento dell'apparire dei primi mezzi e attrezzature. Poco da stupirsi: siamo agli approdi d'emergenza di Tremestieri la cui diga protettiva, com'è noto, va ricostruita prima che sia troppo tardi, e dopo aver accumulato, tra progetto e appalto, ritardi imperdonabili, non c'era un minuto da perdere.
Solo il nubifragio di lunedì ha potuto bloccare l'inizio dei lavori da quasi 3 milioni, aggiudicato con tanto di contratto firmato all'impresa Fratelli Scuttari il 27 maggio. La pioggia mattutina di ieri non ha intralciato la prima ruspa della ditta veneta scesa in campo (anzi in spiaggia) col compito di tracciare la pista con cui raggiungere il tratto finale della diga, rimasta dal 26 gennaio 2010 senza tre cassoni e dissestata. La prima cosa da fare era aprire un varco all'interno della trincea dei tetrapodi, riposizionando parte di essi nel vicino fondale. Seguiranno la demolizione e rimozione dell'ultimo dei tre cassoni divelti dalle onde, rimasto inclinato, e della parte compromessa del muro paraonde. Contestualmente, entrerà nel bacino il primo pontone galleggiante e sarà quindi necessario dragare la spiaggetta già da tempo formatsi sul versante interno della diga. Quasi certamente – manca l'ufficialità – tutto ciò sarà fatto tra sabato e domenica con la consequenziale chiusura degli approdi per ragioni di sicurezza.
Successivamente, l'intervento entrerà nel vivo, toccando l'aspetto cruciale dell'intera infrastruttura. Si realizzerà, difatti, non solo l'eliminazione dei danni patiti dalle mareggiate del 2008 e del 2010, ma anche una particolare azione di consolidamento, progettata per potenziare la resistenza della diga alla pressione del moto ondoso e delle mareggiate da scirocco. Alla tipologia costruttiva del progetto originario e della variante che allungò la diga, quella di grossi cassoni di cemento armato montati su scogliere di pietra lavica, se ne affiancherà un'altra, proprio nel tratto crollato, ovvero la ricostruzione con l'impiego di 66 pali di acciaio e cemento. Questi ultimi ricadranno lì dove il fondale comincia a inabissarsi, le correnti sono più forti e la sabbia penetra agevolmente nel bacino, sino a una profondità di 24 metri. È evidente anche a un bambino che questi delicatissimi lavori dovevano svolgersi d'estate – com'era, infatti, programmato – quando sono rarissime le "sciroccate" di grande violenza, come quelle che in questi anni hanno insabbiato il porto, obbligato più volte alla chiusura parziale e allo smistamento dei tir in centro.
Ma è inutile piangere sul passato. Non resta che confidare nel destino, in un autunno più mite dei precedenti, nel verificarsi di insabbiamenti solo quando buona parte della testata sarà già ricostruita. Insomma la gestione degli approdi somiglierà nei prossimi mesi all'arte di un trapezista, senza rete sotto.
Sarebbe vitale, anche rispetto all'emergenza tir che scatterà con la chiusura del porto, ridurre questi tre mesi preventivati per i lavori a mare. Per questo il responsabile del procedimento, Francesco Di Sarcina, ha chiesto d'aggiornare, se possibile, tecnologie e quadro economico. Direzione lavori e impresa devono rispondere. Ma la sfida, intanto, è già incominciata.

gazzetta del sud

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

TUTTI A BORDO! Crocerismo, siglato il protocollo d'intesa con l'Istituto Jaci per l'accoglienza dei turisti

Messaggio  Gualtiero il Dom Set 25, 2011 11:43 am

Secondo i dati presentati nel corso della conferenza di questa mattina, saranno quasi 500 mila i turisti che a fine 2011 avranno fatto scalo nel porto di Messina. Per Buzzanca la vera strada di rinascita è il turismo
Venerdì, 23 settembre, 2011

Il crocerismo per Messina, con il suo territorio a prevalenza marittima, è di primaria importanza per una città a misura di turista, ed il tourist satisfaction rappresenta l'obiettivo che la civica amministrazione intende raggiungere, disponendo di una risorsa, che ha consentito ai 350 mila croceristi del 2009 ed ai 497 mila che si registreranno a fine 2011, di apprezzare le bellezze del territorio comunale e della provincia. Per un porto naturale come quello di Messina, con il privilegio di essere al centro della città, la valorizzazione passa dall'offrire sempre maggiore sicurezza al crocerista, adeguata accoglienza ed assistenza. Lo ha ribadito stamani il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, presentando il protocollo d'intesa con l'Istituto tecnico A.M. Jaci, indirizzo turistico, che permetterà di utilizzare per il servizio di accoglienza dei croceristi, i corsisti del “Host&Hostess” dello Jaci, attivato per l'anno scolastico 2011 – 2012. La collaborazione, presentata dal sindaco, dal dirigente scolastico, prof. Claudio Stazzone, e dall'esperta del sindaco per i progetti “Scuola e Territorio”, Angelica Nuccio, ha come obiettivo di collegare il mondo della scuola al territorio comunale, mettendo al servizio del Comune e dei turisti che verranno a visitare la città, le professionalità acquisite in ambito scolastico. Gli allievi saranno anche in grado di accogliere i turisti in mini itinerari turistici, accompagnandoli con mezzi messi a disposizione a titolo completamente gratuito dal Comune, fornendo loro notizie sulla storia e civiltà di Messina, attenzionando particolarmente le feste più importanti, il folklore, i monumenti, i reperti archeologici, i musei, le leggende ed i prodotti culinari tipici messinesi (cassata, cannoli, ghiotta di pesce stocco etc... ). “Il protocollo d'intesa firmato stamani – ha evidenziato il dirigente scolastico Stazzone - permetterà di migliorare la qualità della formazione culturale e professionale acquisita a scuola, intensificando le attività pratiche di tirocinio”.

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Admin il Dom Set 25, 2011 12:06 pm

Gualtiero ha scritto:Secondo i dati presentati nel corso della conferenza di questa mattina, saranno quasi 500 mila i turisti che a fine 2011 avranno fatto scalo nel porto di Messina. Per Buzzanca la vera strada di rinascita è il turismo
Venerdì, 23 settembre, 2011

Il crocerismo per Messina, con il suo territorio a prevalenza marittima, è di primaria importanza per una città a misura di turista, ed il tourist satisfaction rappresenta l'obiettivo che la civica amministrazione intende raggiungere, disponendo di una risorsa, che ha consentito ai 350 mila croceristi del 2009 ed ai 497 mila che si registreranno a fine 2011, di apprezzare le bellezze del territorio comunale e della provincia. Per un porto naturale come quello di Messina, con il privilegio di essere al centro della città, la valorizzazione passa dall'offrire sempre maggiore sicurezza al crocerista, adeguata accoglienza ed assistenza. Lo ha ribadito stamani il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, presentando il protocollo d'intesa con l'Istituto tecnico A.M. Jaci, indirizzo turistico, che permetterà di utilizzare per il servizio di accoglienza dei croceristi, i corsisti del “Host&Hostess” dello Jaci, attivato per l'anno scolastico 2011 – 2012. La collaborazione, presentata dal sindaco, dal dirigente scolastico, prof. Claudio Stazzone, e dall'esperta del sindaco per i progetti “Scuola e Territorio”, Angelica Nuccio, ha come obiettivo di collegare il mondo della scuola al territorio comunale, mettendo al servizio del Comune e dei turisti che verranno a visitare la città, le professionalità acquisite in ambito scolastico. Gli allievi saranno anche in grado di accogliere i turisti in mini itinerari turistici, accompagnandoli con mezzi messi a disposizione a titolo completamente gratuito dal Comune, fornendo loro notizie sulla storia e civiltà di Messina, attenzionando particolarmente le feste più importanti, il folklore, i monumenti, i reperti archeologici, i musei, le leggende ed i prodotti culinari tipici messinesi (cassata, cannoli, ghiotta di pesce stocco etc... ). “Il protocollo d'intesa firmato stamani – ha evidenziato il dirigente scolastico Stazzone - permetterà di migliorare la qualità della formazione culturale e professionale acquisita a scuola, intensificando le attività pratiche di tirocinio”.

Gualtiero, qesta notizia misembra abbastanza OT.
Però puoi sempre aprire nuovi topic Rolling Eyes

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Gualtiero il Dom Set 25, 2011 1:03 pm

Pensavo che tra le notizie generali..si parlava anche di Crociere e di tutto il mondo marittimo messinese...va beh...don't worry...mi secco aprire un thread di crociere...

_____________________________
Lc 24,1-12 : Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
avatar
Gualtiero
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 09.08.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Admin il Dom Set 25, 2011 2:12 pm

Gualtiero ha scritto:Pensavo che tra le notizie generali..si parlava anche di Crociere e di tutto il mondo marittimo messinese...va beh...don't worry...mi secco aprire un thread di crociere...
Gualtiero, tu pensi troppo Exclamation Cool
Questa sezione del forum si chiama "Traghetti 1:1"; di cosa vogliamo parlare Question

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie varie e di interesse generale (ex Riduzione corse Navi Traghetto ferroviarie dal 15-6-2009)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum