Metropolitana del Mare

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Metropolitana del Mare

Messaggio  Admin il Sab Giu 28, 2014 10:15 pm

fonte GdS 28/06/2014

Le ore passano, la data del primo luglio si avvicina ma nessuna soluzione è stata ancora trovata per scongiurare l’interruzione del servizio di Metromare fra Messina e Reggio Calabria. Se non ci saranno novità da martedì i mezzi veloci di Ustica Lines si fermeranno provocando enormi disagi ai pendolari che tutti i giorni per lavoro o per studio attraversano lo Stretto. Un’assurdità che non tiene in alcun conto la continuità territoriale di cui tanto si parla ma che viene calpestata alla prima occasione. Il 30 giugno scade l’ultima proroga ma fino a pochi giorni fa tutto lasciava presagire che si sarebbe trovato un accordo tanto che l’assessore regionale ai Trasporti della regione Calabria aveva annunciato l’accordo per una nuova proroga sino al 31 dicembre. Ma non si era fatto bene i conti. E così se Bluferries ha accettato la proroga di sei mesi per la tratta Messina-Villa San Giovanni, Ustica Lines ha detto no. Oggi sulla vicenda interviene Vincenzo Garofalo, componente della commissione Trasporti della Camera, per il quale è necessario comprendere subito quali siano le ragioni che hanno indotto Ustiona Lines ad interrompere il servizio. Garofalo invita il Ministero dei Trasporti a trovare immediatamente un accordo per la proroga del servizio al 31 dicembre anche perché in questo momento non esiste un problema di copertura finanziaria. Poi però bisogna bandire una gara per un sevizio duraturo, triennale o addirittura quinquennale per evitare lo stillicidio delle proroghe semestrale. Per la coordinatrice provinciale di Sel, Daria Lucchesi. Il particolare che la Ustica Lines interrompa il suo servizio a causa del mancato espletamento di un regolare bando, in una situazione da tempo in deroga, -lamenta la Lucchesi- è lo specchio e il risultato di una condotta distratta delle autorità politiche, regionali e locali, che avrebbero dovuto considerare la continuità territoriale dello Stretto come una priorità assoluta. Per Sel non si potrà mai parlare dello sviluppo di Messina se non si tengono conto innanzitutto delle esigenze dei lavoratori che dal primo luglio incontreranno grandi difficoltà per varcare lo stretto.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Metropolitana del Mare

Messaggio  Admin il Gio Lug 03, 2014 7:33 pm

Metromare, ecco la nuova proroga "feriale"
fonte GdS 30/06/2014

Evitata sul filo di lana l’interruzione del servizio Metromare. Oggi al Ministero dei trasporti trovato l’accordo per proseguire il servizio di collegamento veloce fra le due sponde dello stretto. Ustica Lines e Bluferries, che non avevano partecipato al bando di gara, però, opereranno in regime di proroga solo dal lunedì al venerdì. Metromare, ecco la nuova proroga "feriale".

In extremis ma è arrivato. Un accordo sul filo di lana per salvare un minimo di collegamento fra Messina e la Calabria.

La stretta di mano al ministero dei trasporti, protagonisti gli assessori regionali fedele e Torrisi che hanno incontrato gli armatori di Bluferries e Ustica Lines.

Oggi è scaduto il contratto che garantiva il collegamento fra Messina e Villa S.Giovanni attraverso il vettore controllato da Ferrovie dello Stato e quello diretto fra Messina e Reggio Calabria del quale si occupava la società con base a Trapani.

Mentre molti pendolari già stavano organizzando i loro spostamenti in maniera alternativa alle abitudini oramai consolidate da tempo, è arrivato la nuova, ennesima, proroga di altri sei mesi che sposta il problema a fine dicembre ma, intanto, mette serva a turare la falla.

Ustica Lines continuerà a fare la spola fra i due capoluoghi dello stretto con undici corse, di andata e ritorno, dalle sei del mattino alle 19, ma solo dal lunedì la venerdì. Infatti, e qui è il passaggio meno edificante, l’accordo raggiunto oggi cancella le sei doppie corse , quattro di mattinae due di pomeriggio, che finora venivano effettuate da sabato e domenica.

Nel fine settimana dunque non ci sarà alcun mezzo veloce che unirà la Sicilia al resto d’Europa.

Questo perché blu ferries ha confermato l’impegno per il collegamento fra Messina e Villa s.giovanni ma sempre e solo dal lunedì al venerdì, così come avvenuto finora.

In pratica per andare da una parte all’altra dello stretto, nel week end, occorrerà servirsi dei traghetti pubblici o privati che siano e poi, per chi ne avesse necessità, trovare il modo di raggiungere Reggio Calabria. Insomma una sorta di Odissea.

Per Michele Barresi dell’Orsa si tratta di un accordo che salva solo il salvabile. Fa fare due passi avanti ed uno indietro perché la continuità territoriale nel week end deve essere garantita così come negli altri giorni della settimana .

Nel frattempo l’amministrazione di Palazzo Zanca aveva cercato di uscire dal cul de sac contattando un ‘altra azienda disponibile al servizio di Metromare. L’offerta ritenuta migliorativa, è stata formalizzata al Ministero che però ha scelto la via della nuovo proroga. Chissà che il nuovo vettore non possa essere interessato al bando che nei prossimi sei mesi dovrebbe portare a un collegamento permanente e non più straordinario fra Sicilia e calabria.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Metromare: Lupi troverà i fondi per tre anni

Messaggio  Admin il Ven Set 19, 2014 3:24 pm

Fonte: GdS 19/09/2014
Il ministro delle Infrastrutture interviene sulla Vertenza Stretto. Ieri incontro a Roma con l’on. Garofalo e i vertici di Blueferries: «Confronto immediato con il sindaco»Metromare: Lupi troverà i fondi per tre anni

La continuità territoriale fra la Sicilia e il Continente è uno dei principi su cui si basa il diritto alla mobilità che deve essere garantito in modo uguale a tutti gli italiani. Parola di Maurizio Lupi: ieri il ministro delle Infrastrutture si è occupato della vertenza Stretto, assumendo un impegno che se concretizzato potrà davvero cambiare la “rotta”. Lupi, su input del deputato del Ncd Vinceno Garofalo, componente della commissione Trasporti della Camera dei deputati, ha incontrato ieri al ministero i vertici della società Blueferries, per parlare del collegamento rapido garantito dal servizio Metromare e della decisione della stessa società di Rfi di dismettere la tratta Villa San Giovanni-Porto storico. «Mi è stata prospettata la situazione creatasi sullo Stretto dopo che il bando di gara per i collegamenti è andato deserto – ha ribadito l’esponente del Governo Renzi – Il mio impegno è quello di adoperarmi per trovare i fondi per un bando triennale in modo che venga garantita la continuità territoriale tra la Sicilia e il continente, è questo infatti uno dei principi sui quali si basa il diritto alla mobilità, per il quale devono esserci pari opportunità per tutti i cittadini italiani». «Il Ministro Lupi –ha chiarito Garofalo –ha dato mandato ai funzionari del suo Ministero, presenti all’incontro, di predisporre un emendamento che consenta di mettere a bando il servizio Metromare per tre anni individuando le risorse che ne garantiscano la copertura finanziaria. Quanto alla vicenda Blueferries, inoltre, il ministro ha chiesto ai vertici della società (che hanno ribadito l’impossibilità di garantire la tratta a causa delle negative condizioni economiche a seguito dell’ordinanza anti tir del sindaco Accorinti, ndc) di fissare un incontro immediato con il primo cittadino per trovare una soluzione». «Sono soddisfatto dell’incontro –conclude il parlamentare messinese – perché ho avuto modo di illustrare al ministro la situazione di forte criticità del settore dei trasporti nell’area dello Stretto. Sono convinto che il ministro abbia compreso la drammaticità della vertenza. La sua immediata risposta e la tempestività con la quale ha dato seguito alle richieste portate al tavolo mi fanno dichiarare, con serenità, che non ci sarà interruzione del servizio di collegamento nello Stretto. Ringrazio Lupi per la celerità con la quale ha organizzato l’incontro dando seguito alla mia richiesta». Si attendono, ovviamente adesso i riscontri operativi a questo impegno di carattere finanziario sul cruciale servizio di Metromare: trovare i fondi non sarà facile, e una volta reperiti, il nuovo bando di durata triennale andrà definito con grande attenzione così da garantire realmente ai pendolari dello Stretto collegamenti efficienti.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Metromare, la gestione all’Autorità dello Stretto?

Messaggio  Admin il Lun Set 22, 2014 2:11 pm

Fonte GdS 21/9/2014

Prende corpo un’idea che potrebbe rilanciare il servizio di collegamento rapido tra le due sponde

Se il Comune è la stazione appaltante per la costruzione del nuovo porto di Tremestieri, l’Autorità portuale potrebbe diventare il soggetto attuatore del bando per i servizi di collegamento marittimo nello Stretto. L’idea sta prendendo corpo in questi giorni, nel bel mezzo delle polemiche sui casi Bluferries e Metromare e nell’ambito del confronto sulla riorganizzazione dei sistemi portuali in Italia. Sarebbe un segnale forte, da parte del Governo nazionale, per ribadire, in questo caso, la centralità dell’Authority dello Stretto. E, nello stesso tempo, l’affidamento della gestione all’Autorità portuale di Messina consentirebbe di risolvere i problemi tecnici e finanziari che stanno rendendo sempre più irto di ostacoli il percorso riguardante il servizio della cosiddetta “metropolitana del mare”. L’Authority, infatti, è un organo periferico dello Stato, dipende direttamente dal ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e ha una disponibilità economico- finanziaria che pochi altri enti hanno. Ecco perché potrebbe essere questo “l’uovo di Colombo”, nel momento in cui ci si sta scervellando per capire come uscire dalla situazione di stallo provocata dal fatto che la gara per il servizio di collegamento rapido tra il porto di Messina e i porti di Villa San Giovanni e Reggio Calabria sia andata deserta. Il ministro Lupi, nell’incontro avuto a Roma giovedì con il deputato messinese Enzo Garofalo, ha compreso l’importanza di assicurare una durata quanto meno triennale al servizio, senza essere costretti ad andare avanti con proroghe di sei mesi in sei mesi. Ora occorre sostanziare di atti concreti le pur lodevoli intenzioni. La metropolitana del mare che era stata immaginata negli anni scorsi, in realtà, è ben diversa da quella, poi, attuata a partire dal 2010. Questione di costi, indubbiamente, ma anche di precise scelte politiche. Il Consorzio Metromare, composto per il 60 per cento da Ustica Lines e per il 40 da Bluferries (società partecipata al cento per cento da Rfi e entrata in attività nel giugno 2012), ha gestito il servizio nei limiti imposti dal capitolato d’appalto. E come sempre in questi casi, si è guardato più all’aspetto economico-commerciale che non all’orizzonte di riferimento, che è quello della necessità, anzi dell’obbligo (da parte dello Stato) di assicurare una vera continuità territoriale. Che “metromare”(termine riassuntivo della metropolitana del mare, altra cosa è il Consorzio che può anche non essere il soggetto che gestirà in futuro il servizio) rientri nelle competenze dell’Autorità portuale dello Stretto potrebbe davvero essere il punto di svolta.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Metropolitana del Mare

Messaggio  freccia del sud il Ven Nov 21, 2014 10:01 am

in merito alle dichiarazioni del ministro Lupi sulla continuita' territoriale nell'area della stretto,

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

che scenari si prospettano:

potenziamento della flotta tramite acquisto;

sub-appalto delle tratte ad altro vettore;

noleggio naviglio veloce;

uso delle unita' presenti e abbassamento della qualita' del servizio e del numero delle corse ( ovvero monocarene a Reggio e zattera su Villa );

oppure non si fa' nulla e viviamo isolati lol! lol! lol! lol! lol! lol! 100% probability.
avatar
freccia del sud

Data d'iscrizione : 10.01.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Metropolitana del Mare

Messaggio  Vito.Antonio il Ven Nov 21, 2014 2:06 pm

freccia del sud ha scritto:in merito alle dichiarazioni del ministro Lupi sulla continuita' territoriale nell'area della stretto,

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

che scenari si prospettano:

potenziamento della flotta tramite acquisto;

sub-appalto delle tratte ad altro vettore;

noleggio naviglio veloce;

uso delle unita' presenti e abbassamento della qualita' del servizio e del numero delle corse ( ovvero monocarene a Reggio e zattera su Villa );

oppure non si fa' nulla e viviamo isolati lol! lol! lol! lol! lol! lol! 100% probability.
Se si può scommettere dico la seconda, affida in sub-appalto, risparmia è scarica la responsabilità al vettore, come fanno la manutenzione ai treni in Veneto, l'Ansaldobreda l'ha data in sub-appalto alla Magliola.

Vito.Antonio

Data d'iscrizione : 08.08.14

Tornare in alto Andare in basso

Aliscafo serale. Martedì prossimo Garofalo incontrerà Gentile

Messaggio  Admin il Mer Feb 15, 2017 9:44 pm

Sempre più spesso i viaggiatori lamentano l'assenza di coordinamento tra gli orari dei treni e quelli dei mezzi veloci eseguiti da aziende dello stesso Gruppo. Proprio per affrontare tale questione incontrerò il prossimo 21 febbraio l'amministratore delegato di Rfi, ing. Maurizio Gentile. L’incontro è stato organizzato dal sottosegretario Simona Vicari che ha accolto il mio invito e condiviso le mie considerazioni". Lo dice il vicepresidente della Commissione Trasporti alla Camera, il messinese Vincenzo Garofalo.

"All’ingegnere Gentile - prosegue - chiederò di organizzare gli orari dei servizi in modo tale che i passeggeri in arrivo a Villa San Giovanni alle 21:56 possano tornare a Messina con un mezzo veloce che li aspetta e non siano più costretti a percorrere, a piedi e in qualsiasi condizione meteorologica, il tragitto per raggiungere i traghetti privati. Stessa richiesta la inoltrerò per chi da Messina deve prendere il treno che parte alle 7:04 da Villa San Giovanni". In questo caso, a dire il vero, c'è già un aliscafo alle 6.25, che arriva alle 6.45, in tempo per il treno delle 7.04. La vera conquista, invece, sarebbe quella di prevedere una nuova corsa serale in coincidenza col treno che arriva a Villa alle 21.56.

"Al di là di questi due casi, che immagino possano essere risolti in breve tempo - conclude Garofalo -, è necessario che tutti i servizi di collegamento nello Stretto effettuati da Bluferries siano anche coordinati con gli orari dei treni da e per Villa San Giovanni. Ritengo che con semplici interventi si possano risolvere queste disfunzioni che tanto pesano sulla efficienza del servizio offerto ai cittadini". Un altro degli obiettivi, ad esempio, è il biglietto unico Bluferries - Rfi.

Fonte: Tempostretto.it

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Metropolitana del Mare

Messaggio  rocco il Lun Feb 20, 2017 7:23 pm

Admin ha scritto:
"All’ingegnere Gentile - prosegue - chiederò di organizzare gli orari dei servizi in modo tale che i passeggeri in arrivo a Villa San Giovanni alle 21:56 possano tornare a Messina con un mezzo veloce che li aspetta e non siano più costretti a percorrere, a piedi e in qualsiasi condizione meteorologica, il tragitto per raggiungere i traghetti privati.

In un paese civile dovrebbe essere la normalità...
avatar
rocco
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 07.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Metropolitana del Mare

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum