Ferrovie in Sicilia private ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  spqri il Dom Set 06, 2009 2:16 pm

Ragazzi buon pomeriggio a tutti, ho visto la rtp, e in un servizio diceva che potrebbe diventare tutto privato per dare un maggior servizio.
Ha detto anche che questa società che gestiva anche i trasporti merci vuole tentare questo assalto e gia hanno comprato molte loco disel ed elettriche e stanno facendo prove sulla linea Messina-Catania Messina-Palermo. Ora io mi spiego perche ieri sera c'era molto traffico di sole loco che andavano avanti e indietro ed erano disel si sentiva.
Staremo a vedere.
avatar
spqri

Data d'iscrizione : 20.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Doppia simmetrica il Dom Set 06, 2009 5:18 pm

Anche io ho saputo della notizia al telegiornale!
Speriamo ci sia qualcosa di concreto, significherebbe nuovi posti di lavoro!
avatar
Doppia simmetrica
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 08.06.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Ferryboat il Dom Set 06, 2009 6:42 pm

Più che posti di lavoro direi che forse e sottolineo forse, le cose potrebbero andare un pò meglio...
Mah staremo a vedere Rolling Eyes
avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Treno dell' Etna il Dom Set 06, 2009 9:28 pm

In quale deposito sono queste locomotive? Io ancora non le ho viste! Rolling Eyes
avatar
Treno dell' Etna

Data d'iscrizione : 30.06.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Doppia simmetrica il Dom Set 06, 2009 11:50 pm

Credo che se le portino sotto casa!
Più che andare a comprare locomotive elettriche all' estero o le diesel "Occhialute" consiglierei alla nuova ditta di acquistare le e655 accantonate presso i DL di Milano, Livorno e Messina per due soli motivi:
1- salviamo queste macchine che vogliono demolire dopo solo 30 anni di servizio (e626, e636 ed e646 ne hanno fatti quasi 60!!!)
2- questi mezzi saranno per lo più impiegati sulle linee principali dell' isola quindi alimentate elettricamente...mi sa che i fondatori sono di origini Sarde! In quell' isola manca la rete elettrica, qui no! Razz
avatar
Doppia simmetrica
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 08.06.09

Tornare in alto Andare in basso

privati

Messaggio  spqri il Lun Set 07, 2009 7:27 am

salvo perchè con nostro buon cuore non facciamo la proposta alla ditta, in effetti a vedere solo occhialute mi ammazzerei.
vedremo cose si evolve la situazione quindi fare poi la proposta Laughing Laughing
avatar
spqri

Data d'iscrizione : 20.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Ne 120 il Lun Set 07, 2009 11:32 pm

Vediamo di individuare queste diesel e magari di postare qualche foto Cool
avatar
Ne 120
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 04.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  tobruk il Gio Set 10, 2009 7:23 pm

Finchè non attrezzeranno con SCMT i due mezzi, le occhialute in Sicilia le vedremo con il binocolo. E dunque, sotto questo punto di vista, tutto tace.

(bentrovati)

tobruk

Data d'iscrizione : 06.09.09

Tornare in alto Andare in basso

OT

Messaggio  Admin il Gio Set 10, 2009 10:27 pm

OT
Tobruk, benvenuto nel nostro piccolo, sereno e trasparente spazio di discussione.
Sono davvero contento Exclamation Very Happy cheers
Roberto
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Nel 2011 Rail Travel Italy sbarcherà in Sicilia !

Messaggio  Admin il Lun Mar 08, 2010 5:13 pm

Dal mare alla rotaia, con un treno dedicato ai croceristi del Mediterraneo.
E’ quello che dal prossimo 29 marzo 2010 propone (anche a gruppi privati ed aziende che propongono viaggi di lavoro, ndr) il Gruppo Cambiaso & Risso.
Si tratta di pacchetti, Rail Travel Italy, due tour della città di Firenze e 7 di Roma.
Gli organizzatori promettono una durata del viaggio, a bordo dei treni “Michelangelo” (nella tratta Livorno – Firenze) e “Giulio Cesare” (nella tratta Civitavecchia – Roma), notevolmente inferiore rispetto al classico tour in pullman solitamente proposto.
Per la stagione di shipping 2011 il servizio sarà attivato anche per i porti di Messina (tratta Messina – Taormina) e Palermo (tratte Palermo – Trapani e Palermo – Agrigento).
A bordo della nave da crociera delle principali compagnie che hanno adottato il servizio Rail Travel Italy, il passeggero potrà acquistare direttamente all’ufficio escursioni un tour.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Ferryboat il Mar Mar 09, 2010 5:21 pm

Finalmente una buona notizia!!
Speriamo "vada in porto"! Very Happy Very Happy
avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Trenitalia va via, ma c’è chi si organizza

Messaggio  Admin il Gio Mar 18, 2010 10:40 am

Notizia pubblicata oggi, 18 marzo 2010, sul Quotidiano di Sicilia

di Simona D’Urso


Novità in vista mentre gli autotrasportatori lamentano l’entrata in vigore, da giugno, dell’Ecopass per attraversare lo Stretto. Gmc ottiene la licenza per il trasporto ferroviario e presenta il Piano industriale alla Regione

CATANIA - Le lamentale legate al trasporto in Sicilia, sono in continuo aumento.
Trenitalia decide di far “saltare” alcune corse, non tutte le province sono ben collegate dai bacini aeroportuali, le coste non sempre sono raggiungibili annoveriamo l’assenza di porti turistici. E da ultimo, il sindaco di Messina decide di adottare un “eco-pass” in vigore dal 1° giugno.

Il ticket sarà aggiunto al prezzo applicato dalle compagnie di navigazione (il pubblico Ferrovie dello Stato, e il privato Caronte & Tourist) grazie all’ordinanza siglata dal primo cittadino che è commissario delegato per le misure dell’emergenza ambientale nel settore del traffico e della mobilità, e sarà istituito in 4 aree a traffico limitato. Dai 2,50 euro (andata/ritorno) in auto; ai 9 euro (a/r) per autocarri e autobus; e 15 euro (a/r) per autotreni e autoarticolati. Esentati i residenti di Messina e Reggio Calabria.
Arrivano le proteste, ma anche le soluzioni.

L’A.I.Tras (associazione italiana trasportatori) formata da 7.137 iscritti, in un comunicato stampa scrive che: “Il costo del biglietto della tratta Messina-Villa S.G. per un Tir, ammonta a 210 euro per percorrere solo di 2 miglia marine. Dal fronte eco-bonus per le autostrade del mare, non vi è ancora nulla di certo. Oggi abbiamo solo un impegno per rifinanziare il 2010. In assenza di un’immediata istituzione di un tavolo di confronto da parte del ministero delle Infrastrutture e Trasporti, entro il 20 marzo ci attiveremo per manifestare in tutti i porti dell’Isola”.

«Il trasporto ferroviario - dice Giuseppe Campione, a.d. Gruppo Logistico GMC - è la sola modalità ad impatto ecologico zero, ed è il solo che consentirà a città come Messina di rinascere. Stati come la Svizzera e l’Austria, Paesi di transito verso l’Europa, per il solo attraversamento impongono tasse ai mezzi pesanti che variano dai 150 ai 450 euro a seconda i km percorsi, e noi ci scandalizziamo se il sindaco di Messina richiede 9 euro per l’eco-pass».

Il treno si sa, ha anche il suo fascino. E per ovviare al garbato abbandono in Sicilia di Trenitalia, il Gruppo Logistico GMC, l’unica società siciliana privata operante nel campo della mobilità, ha ottenuto nelle scorse settimane dal ministero dei Trasporti, la licenza per il trasporto passeggeri in Sicilia.
Ora ha presentato alla Regione Siciliana il piano industriale delle attività di trasporto a mezzo ferrovia che, operativo dal 2011, prevederà la realizzazione di due linee (turistica e business). Piano che è stato accolto favorevolmente da Vincenzo Falgares (dirigente generale Dipartimento Trasporti Regione Siciliana).

“Le locomotive di produzione svizzera - spiega Campione - avranno una capacità di 250 posti e una velocità che può raggiungere i 150 km/h. Velocità che varierà per le condizioni attuali delle linee ferrate siciliane ma, basterebbero pochi interventi, con investimenti limitati (pare siano già disponibili) per consentire di velocizzare tratte come la CT-PA, la ME-PA, la CT-AG e la AG-PA (a detta del Sottosegretario ministero del Trasporti Giuseppe Reina)”.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Ne 120 il Gio Mar 18, 2010 2:34 pm

Bene
avatar
Ne 120
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 04.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Gmc-Src, treni moderni ed eleganti per il servizio passeggeri in Sicilia

Messaggio  Admin il Sab Apr 24, 2010 10:08 pm

Fonte: La Sicilia

Treni moderni, eleganti e confortevoli. Con vagoni passeggeri di prim'ordine trainati da locomotive Stadler Flirt, un nome che è una garanzia. E poi tempi di percorrenza da paese avanzato e ciò, per quanto possa risultare incredibile, in Sicilia.... Un sogno? No, la realtà che sta costruendo il Gruppo Gmc, che ha tenuto alla Baia Verde una conferenza stampa per la presentazione ufficiale della divisione passeggeri della nuova impresa ferroviaria GMC-SRC (Sicilian Railway Company) invitando proprio il direttore commerciale della società Svizzera a presentare ed illustrare le caratteristiche tecniche delle locomotive.
Qualcuno ancora stenta a credere che sarà proprio una società tutta made in Sicily a dare una svolta alla mobilità dei siciliani e di tutti coloro che si muoveranno nell'Isola per turismo o per lavoro, con 68 nuovi assunti (tra cui 30 macchinisti e altrettante unità di personale di assistenza a bordo) che si aggiungeranno ai lavoratori già in organico, e tratte passeggeri che diventeranno operative al più tardi nell'estate del prossimo anno.
«Questo è il modo di affrontare la crisi - ha sottolineato il presidente del Gruppo GMC, Giuseppe Campione - non facendosi attanagliare dalla paura o impantanare dall'immobilismo di chi dovrebbe, invece, stimolare l'imprenditorialità».
«La GMC - ha invece evidenziato il dott. Nicolosi, A.U. della LSI - malgrado l'arretratezza delle strutture ferroviarie siciliane ha portato avanti la sua attività prima come operatore ferroviario nel settore merci e tra poco anche come impresa ferroviaria giusta licenza n.61 ottenuta dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti».
Dovrebbero essere le classi dirigenti e le associazioni - si è inoltre ribadito alla Baia Verde - a stimolare gli imprenditori a sviluppare nuove idee e nuovi progetti e soprattutto a stimolare la nascita di nuove imprese. Solo facendo impresa, infatti, si possono creare nuovi posti di lavoro e si può mettere in moto l'economia. «È anche vero, però - ha aggiunto Giuseppe Campione riprendendo quanto sostenuto dal presidente di Confindustria Emma Marcegaglia nel suo intervento alla recente Convention a Parma - che è solo abbassando le tasse, riducendo il costo dell'energia (una delle più alte in Europa), creando infrastrutture, facendo le riforme e stabilendo nuovi e diversi rapporti con i rappresentanti dei lavoratori che è possibile fare impresa».
Questa l'aria che si è respirata a Parma durante la convention di Confindustria, ma viene da chiedersi: si respira la stessa aria anche in Sicilia o a Catania? Si riesce in Sicilia o a Catania ad organizzare un tavolo di lavoro per individuare quale potrebbero essere le azioni da intraprendere per risolvere crisi economiche settoriali o azioni comuni per sconfiggere il comune nemico, "la crisi economica"?
Alla Baia Verde è intervenuto anche l'on. Giuseppe Castiglione, presidente delle Provincia regionale di Catania, a dimostrazione di quanto l'ente provinciale sia interessato all'iniziativa della nuova impresa ferroviaria passeggeri. Del resto anche il presidente Castiglione è memore dell'esito della «Freccia Rotta», che ha condotto rappresentanti politici e giornalisti nella tratta Catania-Palermo con un "viaggio" della durata di oltre cinque ore. Mentre il progetto presentato dalla GMC-SRC prevede la possibilità di percorrere lo stesso tragitto in sole 2 ore e 40 minuti.

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Doppia simmetrica il Dom Apr 25, 2010 8:51 pm

Si legge di 60 posti di lavoro divisi tra macchinisti e personale di bordo...
Se non vedrò il bando pubblico per l' assunzione di queste figure non potrò mai credere a tutte quelle belle parole spese di fronte alla stampa..
Con le parole si costruiscono pure grattacieli dall' oggi al domani...vediamo se riusciranno seriamente a materializzare un sogno che probabilmente potrà solo portare degli enermi benefici per la nostra afflitta Sicilia!
avatar
Doppia simmetrica
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 08.06.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Ferryboat il Mer Mag 19, 2010 9:44 am

Ci sono novità in merito? Cool
avatar
Ferryboat
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 15.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  danafabio il Sab Mag 29, 2010 3:25 pm

ottima notizia che gmc entri nel mondo ferroviario siciliano! ma sono anche d'accordo che alcune 655 vengano prese per i merci.
Infine una domanda per favore: e' vero che gmc avrebbe pensato anche ad alcuni atr 220 pesa per la sicilia? grazie fabio Cool

danafabio

Data d'iscrizione : 22.05.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Doppia simmetrica il Sab Mag 29, 2010 5:12 pm

Pare proprio di si!
Sulla rivista TT di Maggio ci stava un piccolo filetto dedicato a questo argomento con un rendering del "futuro" Atr della G&G rail.
avatar
Doppia simmetrica
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 08.06.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  danafabio il Sab Mag 29, 2010 8:40 pm

ot. grazie doppia simmetrica!

danafabio

Data d'iscrizione : 22.05.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Admin il Lun Ago 23, 2010 10:07 pm

vi risulta che lo scalo merci di Alcamo Diramazione sia gestito dalla GMC Question

_____________________________
Roberto

Copiare e/o imitare l'AFS non è difficile: è semplicemente inutile [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Parcere subiectis et debellare superbos
avatar
Admin
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 03.05.09

http://a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  zancle il Mar Ago 24, 2010 7:46 am

Rispondendo alla domanda del topic, posso dire di SI Exclamation senza essere smentito. Le ferrovie in Sicilia stanno diventando private.... di tutto affraid affraid affraid

_____________________________
Messina: Porta della Sicilia
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
zancle
SOCIO AFS
SOCIO AFS

Data d'iscrizione : 04.05.09

http://www.a-f-s.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ferrovie in Sicilia private ?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum